Portale svizzero di informazione progressista

festival-piazza_locarno

Addio, (internazionale e filmesca) Locarno bella

Il cambio del nome del “Festival Internazionale del Film di Locarno” in “Locarno Festival” è passato talmente in sordina che anche chi scrive ci ha messo un po’ ad accorgersene. Nel settantesimo anno della rassegna cinematografica locarnese assistiamo a una svolta significativa, rispetto alla storia del Festival, che intraprende direzioni ambigue e lascia moltissimo spazio… Continua a leggere

wahlen-oesterreich-e1474024181552
Europa/Internazionale

In Austria si prospetta un governo ancora più a destra. Comunisti e verdi verso una lista comune.

Il prossimo 15 ottobre si voterà in Austria, dopo che nel mese di maggio il partito democristiano ÖVP aveva abbandonato la coalizione governativa con i socialdemocratici della SPÖ, rendendo necessario il ricorso alle urne. I due partiti hanno nel frattempo già annunciato di essere entrambi pronti, dopo il voto, a ricostituire una nuova grande alleanza,… Continua a leggere

erdogan_kilicdaroglu

Dopo il referendum presidenzalista “vinto” da Erdogan, come si pone la sinistra turca?

La Turchia del futuro sarà una repubblica presidenzialista, molto più accentratrice di quanto finora conosciuto in altri paesi con il medesimo sistema istituzionale (Stati Uniti, Brasile, Sudafrica, Cipro, ecc.). “Il referendum è finito. Il risultato non è legittimo, e questo è un dato indiscutibile. Ma adesso la gente deve concentrarsi sulla vita reale. Questo popolo… Continua a leggere

islanda
Editoriali/Opinione

Reykjavik, l’Islanda e la NATO

L’Islanda non è Reykjavik, ma Reykjavik è l’Islanda. Certo, occorre spiegarsi. Quest’isola fredda, triste, grigia e brulla, stretta tra vulcani, geyser, ghiacciai, lande sabbiose che rappresentano quasi la metà della sua superficie, mentre un quarto è formato da campi di lava rinsecchiti e ricoperti da radi muschi e licheni, ha pochi pascoli e molte acque… Continua a leggere

Ut_HKthATH4eww8X4xMDoxOjA4MTsiGN_3934432
Europa/Internazionale

Etichettati come “fascisti”, i lavoratori britannici tornano a votare a sinistra.

Quando i cittadini britannici votarono per uscire dall’Unione Europea (UE) la sinistra liberal, capitanata in Ticino dal portale GAS, urlava – poco ci mancava – al fascismo galoppante, a un’orda di estremisti di destra che avrebbero conquistato i voti dei ceti popolari e degli operai, questi ultimi sostanzialmente accusati di essere poco colti e di… Continua a leggere

serviziocivile

Il passaggio dall’esercito al servizio civile: presto un reato d’opinione?

Il Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti (SISA) ha preso atto con profondo sconcerto dell’odierna decisione del Consiglio nazionale di dare seguito alla mozione della propria Commissione di politica di sicurezza (CPS-N), con la quale si richiede di dimezzare il numero di giorni di servizio deducibili qualora un soldato decidesse di interrompere il servizio militare… Continua a leggere

Europa/Internazionale

La Germania non molla e pretende di creare un esercito comune europeo!

Nel silenzio o quasi dei media, l’esercito europeo sta diventando una realtà e a dettare legge è Berlino. La Germania ha infatti iniziato a integrare nelle sue forze armate una divisione dell’esercito ceco (la 4. Brigáda Rychlého Nasazení) e una dell’esercito rumeno (la Brigada 81 Mecanizat). Ad ammetterlo è la rivista specializzata “Foreign Policy”. Già… Continua a leggere

Torna in Cima