Portale svizzero di informazione progressista

Author

Massimiliano Ay

Massimiliano Ay has 43 articles published.

Tutti ecologisti. Solo per apparire?

Recentemente a livello europeo e poi svizzero è sorto, fortemente mediatizzato, un movimento giovanile che pone i temi del surriscaldamento climatico e dell’ecologia al primo posto. Ma, in generale, possiamo dire che ogni volta ci si avvicina all’appuntamento con le urne, in molti si impegnano ad apparire ecologisti, anche esponenti borghesi che nei quattro anni precedenti non hanno mosso un dito a riguardo ma che… Continua a leggere

Editoriali/Opinione

Abusi militari e camerateria al contrario 

Camerateria – concetto a cui molti militari amano riferirsi in continuazione – non è fumarsi una paglia in compagnia raccontandosi una barzelletta. Il cameratismo lo si vede nel bisogno, cioè sostanzialmente quando una recluta tenta di far valere i suoi diritti (per quanto pochi) oppure quando entra in conflitto coi superiori.  Ma qui entrano in gioco… Continua a leggere

Abbandonare il Nicaragua significa favorire il neo-colonialismo! 

Il governo del Nicaragua aveva ribadito la sua volontà di affidare alla cooperazione con una compagnia cinese (e non a una multinazionale occidentale) il progetto di realizzazione di un canale che avrebbe dovuto unire l’Atlantico al Pacifico, che per di più sarebbe stato alternativo al canale di Panama controllato dagli Stati Uniti. Guarda caso, di… Continua a leggere

Anche i soldati sionisti soffrono, ma non per questo sono le vittime!

Ne è passato di tempo, da quando in piena guerra fredda il Festival del film di Locarno diffondeva filmografia sovietica: ora si preferisce, evidentemente, quella israeliana. Già qualche anno fa in occasione della 68esima edizione dell’importante evento culturale locarnese un partenariato alquanto discusso con l’Israel Film Fund, emanazione del regime di Tel Aviv, aveva suscitato legittime… Continua a leggere

Il ’68 al Festival del film. Quando la politica era al primo posto…

Interessante dal punto di vista storico, certo, ma anche molto parziale nell’analisi (che potremmo quasi spingerci a dire di essere persino assente) e infarcito di quel quasi fatalismo che riguarda le generazioni che hanno vissuto il ’68… e che oggi sono “stanche” e non aiutano a formare la cultura politica e la cultura dell’organizzazione fra… Continua a leggere

La mediazione svizzera in Corea: una proposta seria

Il deputato Tiziano Galeazzi (UDC) mi ha coinvolto nell’avanzare una risoluzione che chiedeva al nostro Cantone di proporre alle autorità federali di invitare il governo statunitense e nordcoreano a una conferenza di pace su territorio elvetico (come già avviene per altri conflitti). L’Ufficio presidenziale del Gran Consiglio non ha voluto entrare nel merito e non… Continua a leggere

La giustizia fiscale messa al bando: votiamo No il prossimo 29 aprile!

Nella discussione avuta all’interna del Partito Comunista in merito alla riforma cantonale fiscale e sociale abbiamo analizzato la questione in modo ampio. Non vi sono stati dubbi sul fatto che il referendum andasse lanciato, ma abbiamo seriamente provato anche a vedere nella proposta approvata dal parlamento gli aspetti tendenzialmente positivi. Ad esempio abbiamo tenuto conto… Continua a leggere

Prima i nostri …diritti del lavoro!

In Gran Consiglio ho sentito parlare di salari bassi, di dumping, di precarietà sociale, ecc. proprio da quella parte politica che si è sempre opposta all’estensione delle misure di accompagnamento, che si è opposta ai salari minimi legali, e che continuamente chiede di tirare la cinghia in ambito sociale. E adesso si vuole ancora illudere… Continua a leggere

1 2 3 5
Torna in Cima