Portale svizzero di informazione progressista

Author

Massimiliano Ay

Massimiliano Ay has 26 articles published.

966453

…perché a vent’anni si può (e si deve) scegliere da che parte stare!

Finalmente, al Locarno Festival di quest’anno, abbiamo trovato un documentario esplicito, di denuncia sociale, impegnato, e soprattutto senza troppe ambiguità: senza cioè quel politically correct che intorpidisce ormai troppo spesso il dibattito storico e intellettuale anche nella cinematografia. “CHoisir à vingt ans” di Villi Herman ha il pregio di mostrare la bestialità dell’imperialismo francese in… Continua a leggere

venezuela-vittoria_costituente

Il Venezuela resiste e continua a rafforzare la sua democrazia socialista!

Le forze di sinistra e patriottiche del Venezuela hanno vinto! Ammetto di essere stato scettico sulla Costituente: ne avevo anche parlato con l’Ambasciatore venezuelano qualche settimana fa durante un colloquio personale a Berna, poiché si trattava di una scelta non priva di rischi per la Rivoluzione in un momento di così forte guerra economica e… Continua a leggere

cons_europa
Editoriali/Opinione

Il Consiglio d’Europa: non è tutto oro quello che luccica!

Sono stato l’unico deputato, durante la penultima seduta del Granconsiglio, a non usare parole di lode sperticata al Consiglio d’Europa, di cui la Svizzera è membro. Naturalmente qualcuno ha voluto un po’ strumentalizzare questa mia posizione fuori dal coro, accusando di non riconoscermi nei valori dei diritti umani e della democrazia. Naturalmente non è così:… Continua a leggere

LiBe1

Valorizzare le materie umanistiche nei licei ticinesi

Ho firmato la mozione per la ”Creazione di un indirizzo umanistico nei licei ticinesi” (promossa dalla collega Claudia Crivelli Barella e accolta ieri solo parzialmente in Granconsiglio) perché da anni sono convinto che i licei sminuiscano, perlomeno nel primo biennio, le materie umanistiche, mentre le discipline scientifiche sono di fatto preponderanti. E quando leggiamo le… Continua a leggere

Macron-Fillon-Le-Pen

A chi può rivolgersi la classe operaia dopo il primo turno delle elezioni presidenziali francesi?

Il Partito Socialista Francese ha subito la sorte del PASOK greco ed è uscito di scena, colpevole del suo ripiegamento guerrafondaio e neoliberista sotto il pessimo François Hollande: questo è un dato politico centrale. Il sorpasso di Jean-Luc Mélenchon (sostenuto dai comunisti, dai giovani e che ha saputo conquistare la fiducia della vecchia “banlieu rouge”… Continua a leggere

ay_podioGc_copertina

Sulla Posta non si prenda in giro la cittadinanza!

Nella seduta di dicembre del Granconsiglio ticinese tutti i partiti si sono schierati per chiedere alla Confederazione una moratoria nella chiusura degli uffici postali. Naturalmente ne sono felice e ho votato con convinzione tale proposta, ma l’ipocrisia dei partiti borghesi ha raggiunto livelli incredibili: coloro i quali sotto il cupolone federale hanno privatizzato e liberalizzato… Continua a leggere

Ay_Max_congresso_mano

Tagliare le tasse? …ma solo ai ricchi!

Il prossimo 12 febbraio siamo chiamati a votare sul referendum inerente la Riforma sull’imposizione fiscale delle imprese. Una legge iniqua, che non solo svuoterà le casse comunali, ma che è sfavorevole alla maggioranza della popolazione che lavora, così come lo è pure per le piccole aziende stanche di essere schiacciate dai privilegi fiscali concessi al… Continua a leggere

vittoria_costituzione
Editoriali/Opinione

“Partigiani della Costituzione”: il popolo italiano si è ribellato!

Nonostante il terrorismo mediatico la Costituzione italiana sorta dalla Resistenza antifascista, una delle più avanzate del mondo e firmata anche dal comunista Umberto Terracini, è salva. E’ l’ennesimo schiaffo all’eurocrazia e ai poteri forti: dopo la Brexit e dopo la mancata elezione di Clinton negli USA, ecco un altro messaggio contro l’establishment. La furia reazionaria… Continua a leggere

Torna in Cima