Italy players celebrate after winning the Euro 2020 soccer championship semifinal match against Spain at Wembley stadium in London, England, Tuesday, July 6, 2021. (Justin Tallis/Pool Photo via AP)

Vince l’Italia, più forte degli auspici contrari di Čeferin

Nei quarti di finale solo ai rigori gli spagnoli piegano gli elvetici. I danesi regolano 2 a 1 i ceki.  Gli inglesi hanno rifilato un rotondo 4 a 0 agli ucraini. Ai quarti la concreta vittoria azzurra sui belgi per 2 a 1 con reti di Barella e Insigne è celebrata dal maggiore quotidiano sportivo francese, “L’Equipe”,  con un titolo a tutta pagina “Lezione  italiana”. Le due semifinali riservano poche sorprese, l’Italia impatta in una partita molto tattica con gli spagnoli e in cui la stanchezza da entrambe le parti alla fine prevale,  l’1 a 1 si protrae fino alla fine dei supplementari e ai rigori una parata di Donnarumma e un flemmatico e preciso tiro di Jorginho, certamente il migliore regista del mondo in questo momento, non a caso tra gli artefici della vittoria del Chelsea in Champions League, portano i ragazzi di Mancini in finale, è ancora una volta il quotidiano transalpino a cogliere nel segno titolando a nove colonne la migliore qualità del gruppo: l’allegria. Nell’altra gli inglesi solo ai supplementari piegano per 2 a 1 i danesi.

La notte di Wembley nella finale dell’11 luglio 2021 vede arrembare gli inglesi nel primo tempo e pareggiare gli azzurri nel secondo, alla fine si va ai rigori e due parate di Donnarumma laureano l’Italia campione d’Europa per la seconda volta dopo la vittoria sugli jugoslavi nel giugno 1968. “L’Equipe” titola “Invincibili”, per il dispiacere del presidente della UEFA Aleksander Čeferin, che avrebbe preferito un esito britannico a vantaggio del suo amico Boris Johnson, a cui deve l’aver agito prontamente per impedire la nascita della Superlega europea tra le squadre di club più ricche e blasonate. Il principe ereditario britannico abbandona lo stadio senza salutare il presidente italiano, in Brasile i padroni di casa perdono ancora una volta, regalando la Coppa America all’Argentina vincitrice della finale per 1 a 0 con rete di Di Maria.

Nel frattempo le Olimpiadi prendono avvio nel lontano oriente tra focolai pandemici, rinunce, stadi totalmente vuoti ad esclusione dei giornalisti, proprio con il torneo olimpico che si apre con Spagna – Egitto il 22 luglio 2021, orfano quest’ultimo di Mohamed Salah a cui il Liverpool ha impedito la partecipazione ai giochi di Tokio, così come la Germania ha trovato solo diciotto volonterosi partecipanti rispetto ai ventidue consentiti, nonostante la lista fornita a gennaio al Comitato Olimpico internazionale comprendesse ben un centinaio di calciatori.

 330 visite totali,  1 visite odierne

Davide Rossi

Davide Rossi, di formazione storico, è insegnante e giornalista. A Milano dirige il Centro Studi “Anna Seghers” ed è membro della Foreign Press Association Milan.