//

Trasporti pubblici gratuiti più necessari che mai!

Con il rincaro dei prezzi e del costo della vita a cui stiamo assistendo negli ultimi mesi, in seguito alla pandemia e all’attuale politica di sanzioni contro la Russia, il potere d’acquisto delle persone meno abbienti è in costante calo. Questo si ripercuote sulle persone che, già prima di questi aggiuntivi problemi economici, si trovavano in una situazione difficile e colpisce sempre più cittadini del nostro Paese. Uno dei problemi principali legati alla crisi attuale è quello del prezzo della benzina e occorre trovare al più presto delle soluzioni: una di queste potrebbe essere la gratuità dei trasporti pubblici.

Questa rivendicazione risulta più che mai legittima e puntuale ora, dato che permetterebbe alle persone di spostarsi liberamente e ridurre l’impatto che i prezzi in salita della benzina e della vita stanno avendo sulla popolazione. Come Gioventù Comunista (GC) ci teniamo a ribadire che questa possibilità avrebbe benefici non solo di natura sociale, ma anche ambientale. Infatti, grazie alla riduzione del traffico sulle strade, si avrebbe anche una riduzione del consumo di carburanti fossili. Ovviamente, come GC siamo consapevoli anche della necessità di rafforzare il sistema dei trasporti pubblici, soprattutto rendendoli più capillari e accessibili agli abitanti delle zone periferiche.

In supporto alla concreta possibilità d’implementare questo servizio vi sono numerosi esempi nel mondo in cui ciò funziona, fra cui diversi persino in Europa: primo fra tutti va menzionato il Lussemburgo, che ha reso gratuiti i trasporti pubblici per tutta la sua popolazione nel 2020. Occorre però menzionare anche l’attuale decisione della vicina Germania di permettere di viaggiare su tutto il suo territorio con un prezzo, decisamente ridotto, di nove euro e della Spagna di rendere gratuiti i treni fino a dicembre. A Firenze, invece, gli studenti dovranno pagare soltanto 20 euro l’abbonamento annuale per i trasporti cittadini. Insomma: i trasporti pubblici gratuiti sono possibili, basta volerlo.

Come GC ci battiamo da sempre per un trasporto pubblico gratuito, già nel 2011 aveva del resto consegnato una petizione che chiedeva i trasporti pubblici gratuiti per i giovani e per gli anziani con la complementare. Ad aprile di quest’anno, poi, come GC abbiamo approvato in Assemblea una risoluzione volta a creare un gruppo di lavoro che si occupi di una campagna sul tema: chiunque fosse interessato a organizzarsi e lottare con la GC per questa importante rivendicazione può contattarci sui nostri canali social o al seguente indirizzo: gioventu.comunista@gmail.com.

 240 visite totali,  2 visite odierne

Mattias Codoni

Mattias Codoni, classe 2002, attualmente studia al Centro Professionale Commerciale (CPC) di Locarno. Comunista dalla seconda media, è appassionato di musica. Milita nella Gioventù Comunista.