Portale svizzero di informazione progressista

belli
Ticino e Svizzera

Revoca del Municipio di Bellinzona: i verdi non incassano il sostegno della sinistra.

I verdi Sergio Savoia, Daniele Bianchi e Michel Venturelli, tutti e tre candidati al governo o al parlamento cantonale in aprile, hanno l’intenzione di raccogliere 3’000 firme e portare i cittadini bellinzonesi alle urne per eleggere un nuovo Municipio, revocando l’attuale esecutivo capitanato dal sindaco Brenno Martignoni, salito in carica nel 2008 e che concluderà… Continua a leggere

michel_venturelli
Editoriali/Opinione

Traiettoria di un inadeguato

Era il 1985. Elvezia era ancora solo il paese di Henry Dunant e il popolo svizzero viveva ipnotizzato dalle visioni inculcate dal regime. Jean-François Bergier, come la cattiva coscienza della Confederazione, uno sconosciuto. Era il giugno del ’85. In tribunale il discorso divenne presto politico. Come un rosario, gli stereotipi in voga in quegli anni… Continua a leggere

congressoPS
Ticino e Svizzera

Congresso “liberal” per il Partito Socialista

Si è svolto a Chiasso, domenica 23 gennaio 2011, il Congresso elettorale del Partito Socialista Ticinese, a neanche un anno dall’ultima assise tenutasi a Locarno. Il tema centrale è stato sicuramente la presentazione dei cinque candidati per il rinnovo del Consiglio di Stato, ma non è mancata una breve parte politica, che avremo modo di… Continua a leggere

caffe
Ticino e Svizzera

La Nestlé si accanisce contro la concorrenza non griffata: ancora lavoratori lasciati a casa!

La ditta “Alice Allison” di Grono (Grigioni italiano), ditta produttrice di capsule da caffè simili alle famose capsule Nespresso pubblicizzate nientemeno che da George Clooney ha dovuto licenziare nei giorni scorsi 25 lavoratori. La multinazionale Nestlé ha infatti ritenuto che l’azienda bassomesolcinese fosse un ostacolo per i propri affari: denunciata presso il tribunale di San… Continua a leggere

mesocco
Ticino e Svizzera

A Mesocco è scontro fra Lega dei Mesolcinesi e Partito del Lavoro

Sul finire dello scorso mese di novembre nel cantone dei Grigioni sono eletti i sei membri dell’esecutivo della Regione Mesolcina, l’ente che raggruppa i comuni della valle. Il comune di Mesocco usciva con le ossa rotte dalla consultazione: il candidato uscente, il socialdemocratico François Prêtre non veniva riconfermato e il candidato “indipendente” Fausto a Marca… Continua a leggere

tagliaferriMao
Editoriali/Opinione

Il Servizio Civile e i paraocchi di un Governo militarista

Negli scorsi giorni il Consiglio Federale (CF) ha deciso di apportare delle radicali modifiche alle modalità d’accesso al Servizio Civile (SC) e nella gestione dello stesso, causando la dura reazione degli ambienti pacifisti e antimilitaristi – tra cui anche il Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti (SISA) – i quali hanno lanciato l’allarme nei confronti… Continua a leggere

usa

Gli USA in declino e il caso sudamericano

È impossibile analizzare l’area latinoamericana senza tenere in considerazione il ruolo e gli sviluppi della potenza imperialista nordamericana che strenuamente si oppone all’emancipazione del conglomerato dell’America meridionale. Recentemente – in stretto collegamento ad una crisi economica di carattere sistemico che non è confinata esclusivamente all’area statunitense, ma che si espande a livello mondiale – assistiamo… Continua a leggere

lukachavezven07
Europa/Internazionale

Bielorussia: Lukashenko rieletto presidente. I diritti sociali in primis.

Il 19 dicembre 2010 si sono svolte in Bielorussia le elezioni presidenziali, con la riconferma di Aleksandr Lukashenko alla guida del paese. Lukashenko, ex-direttore di una fattoria collettiva socialista ai tempi dell’URSS, è salito al potere nel 1994 come antagonista del candidato borghese Shushkevich che aveva privatizzato i beni pubblici seguendo l’esempio di Boris Eltsin… Continua a leggere

linda
Editoriali/Opinione

La Svizzera alle urne delude: dove sono i giovani?

Forse ho dato troppa fiducia al popolo svizzero, forse mi sono fissata degli obbiettivi poco realizzabili, fatto sta che domenica scorsa, quando ho riagganciato il telefono dopo aver saputo i risultati della votazione, avrei voluto prendere armi e bagagli e andarmene in un qualche ameno luogo lontano. Già, perché mai avrei creduto che l’iniziativa proposta… Continua a leggere

Torna in Cima