Portale svizzero di informazione progressista

Editoriali/Opinione

Il muro di razzismo infrange i colori di Milano

Milano, un autobus. Salgono due controllori e immediatamente si dirigono verso quattro donne musulmane, verificano i loro biglietti, poi scendono alla fermata successiva, non curandosi degli altri passeggeri. Se si crede che Milano non sia una città razzista, ci si potrebbe convincere che ciò sia solo un caso, ma poi ci si scontra con altri… Continua a leggere

Ticino e Svizzera

I socialisti ticinesi fra Lurati e… Craxi!

Strano ambiente, ben poco “operaio”, quello in cui, sabato 3 marzo 2012, il Partito Socialista ticinese ha deciso di riunirsi a congresso (il quarto in undici mesi!): è stata infatti la sala teatrale del Kursaal, il casinò di Locarno, a decretare la nomina di Saverio Lurati quale nuovo presidente del partito. Una scelta per acclamazione,… Continua a leggere

Economia e Lavoro/Europa

Belgio: milizie private tedesche contro gli scioperanti

Uno sciopero contro le delocalizzazioni previste dall’azienda tedesca Meister Benelux, in Belgio, represso da milizie private dalla Germania. Il Partito dei Lavoratori del Belgio (PTB), a fianco degli operai per tutta la notte. L’offensiva padronale è quella dei tempi più bui, ma i lavoratori non hanno abbassato la testa. A Louveigné (municipalità di Sprimont), nella… Continua a leggere

Editoriali/Opinione

Prepariamoci all’attacco frontale alle condizioni di lavoro nell’industria

Poco più di un anno fà, la Trasfor di Molinazzo di Monteggio ha lanciato l’ondata di attacchi nei confronti degli operai elettromeccanici, metalmeccanici, elettronici e tessili. Tutto d’un tratto, l’indebolimento dell’euro ed in generale la questione cambio, diventa un fattore essenziale della stabilità finanziaria di una ditta. Lo spauracchio della crisi è subito sbandierato, si… Continua a leggere

Internazionale/Nord America

Sostenere il governo USA senza saperlo: il grave esempio di “Avaaz”

L’associazione non governativa “Avaaz” sta spopolando su internet e nei circoli della sinistra liberal occidentale in nome della difesa dei diritti umani. Pochi conoscono però chi si cela dietro questa organizzazione che di umanitario ha solo l’apparenza e che è stata creata per “coprire a sinistra” gli interessi geopolitici ed economici dei poteri forti occidentali,… Continua a leggere

Europa/Internazionale

Gli scontri sociali in Grecia aprono a scenari violenti. Il deputato Mavrikos spinge la protesta nel parlamento!

Dopo tre giornate di sciopero generale che ha paralizzato la Grecia nel tenativo di impedire la svendita del paese alla Banca Centrale Europea, oggi il Parlamento greco, del tutto insensibile alle rivendicazioni dei lavoratori e degli studenti, si è riunito per votare la capitolazione del paese di fronte al diktat dell’Unione Europea. Decine di migliaia… Continua a leggere

Giovani e Formazione

Fare lezione in un cantiere aperto, fra gelo e polvere. Gli studenti di Chiasso si ribellano: interviene il SISA.

Una studentessa afferma: “Oltre al freddo ci sono molti altri disagi: durante le lezioni, spesso e volentieri siamo disturbati dagli assordanti trapani e rumori vari all’esterno della scuola, che pur essendo al di fuori dell’edificio, danno comunque fastidio. Ci sono 9 gabinetti su 300 e passa allievi che siamo. La temperatura nei corridoi è inaccettabile,… Continua a leggere

Economia e Lavoro

Il naufragio della “Cosa Concordia”: si è fatto di tutto per salvare …i profitti della holding!

Troppo semplicistico e troppo comodo scaricare tutta la colpa del naufragio della nave da crociera “Costa Concordia” su un comandante esibizionista, irresponsabile e fellone, tipico esemplare di quel ceto dirigente formatosi nel contesto “culturale” del berlusconismo tutto veline, quiz demenziali dove vince solo l’apparenza, ecc. Vi sono responsabilità a monte, che vanno comprese e denunciate.… Continua a leggere

Economia e Lavoro

Famiglie monoparentali: rischio precarietà economica!

La crisi economica avanza e con essa il processo di “socializzazione delle perdite” che, come di consueto, punisce chi non ha minimamente contribuito al determinarsi di questa situazione, ovvero la classe dei salariati, e in particolar modo gli strati più deboli della società.Tra quest’ultimi balza raramente agli onori della cronaca una realtà sociale estremamente diffusa,… Continua a leggere

Economia e Lavoro

Il presidente della Banca Nazionale Svizzera Philipp Hildebrand eliminato per salvare l’UBS?

In un articolo dello scorso 30 novembre riflettevo su come la decisione della Banca Nazionale Svizzera (BNS) di fissare il cambio minimo Franco/Euro a 1,20 potesse essere comparata a un’entrata di fatto della Svizzera nell’Euro. Tale decisione equivale infatti a una sottoscrizione dei trattati di Maastricht del 1992, con i quali si è dato vita… Continua a leggere

Torna in Cima