Portale svizzero di informazione progressista

Autodeterminazione, un no tra due fuochi?

Il prossimo 25 novembre saremo chiamati a esprimerci sull’iniziativa per l’autodeterminazione, un oggetto la cui complessità, va riconosciuto, non è sempre stato compensata dal consistente numero di contributi apparsi al riguardo. Se a un estremo assistiamo a una retorica, rozza e grossolana, d’incondizionato rigetto del diritto internazionale; dall’altro possiamo riscontrare, se non un’idolatria di qualsivoglia… Continua a leggere

Ticino e Svizzera

Basta aumenti delle casse malati! Centinaia di persone in piazza a Bellinzona.

Sabato scorso a Bellinzona erano in centinaia a sfilare sul Viale Stazione contro l’aumento dei premi di cassa malati, gli ennesimi di una lunga serie. Manifestazioni simili si sono svolte anche a Losanna, Neuchâtel, Bienne, Berna e Monthey. I cittadini erano mossi dalle federazioni dell’Unione Sindacale Svizzera e dai partiti della sinistra, fra cui un nutrito spezzone del… Continua a leggere

Nuova leadership per la Gioventù Comunista: la formazione politica dei giovani al primo posto!

Il bellinzonese Samuel Iembo è stato rieletto recentemente quale coordinatore della Gioventù Comunista (GC), il movimento giovanile del Partito Comunista. Iembo, 26 anni, studente universitario, è in carica dal 2015. Il coordinamento della GC è stato poi completato con alcuni nomi nuovi: Zeno Casella, già noto per la sua attività sindacale nel SISA e attuale… Continua a leggere

America latina/Internazionale

I diritti umani non sono neutrali! Cuba si scaglia contro l’Unione Europea!

L’Assemblea Nazionale del Potere Popolare (il parlamento) di Cuba ha rimandato al mittente, e in modo energico, la risoluzione approvata dal Parlamento Europeo sulla situazione dei diritti umani sull’Isola socialista. Bruxelles non ha insomma mancato l’occasione per mostrarsi nuovamente un’entità imperialista e denigrare chi si ostina a voler costruire un modello sociale diverso da quello… Continua a leggere

Serebrennikov promuove la propaganda antirussa e antisovietica

“Bastardi comunisti uccidetemi”, può riassumere perfettamente questa battuta, gridata da un giovane ubriacone su un treno contro i controllori, il senso profondo del film “Estate” di Kirill Serebrennikov, regista che è finito nelle galere russe e ancora è ai domiciliari per svariate malversazioni e che l’Occidente anti-russo fomenta trasformandolo in immeritato paladino della libertà, quando… Continua a leggere

Asia/Internazionale

I lavoratori cinesi guadagnano di più che in Europa

In Cina le condizioni salariali dei lavoratori continuano a migliorare. A dirlo non è la “propaganda” dei giornali del Partito Comunista Cinese, ma un giornale non certo in odore di comunismo, come “Italia Oggi” dell’8 novembre 2018, che  spiega come il salario medio degli operai cinesi è infatti in forte crescita: dal 2005 al 2016… Continua a leggere

Gli studenti ticinesi non dimenticano. Borse di studio al centro di nuove azioni!

Oggi, 7 novembre 2018, in vari istituti scolastici ticinesi studentesse e studenti hanno manifestato in difesa del diritto allo studio. Numerosi studenti hanno esposto degli striscioni, rivendicando la fine dei tagli al sistema di aiuto allo studio e perorandone il rafforzamento. Il SISA (Sindacato Indipendente Studenti e Apprendisti) ha promosso i presidi di protesta, i… Continua a leggere

Asia/Internazionale

Gli studenti indiani si riorganizzano per salvare le scuole pubbliche dai nazionalisti indù!

Si è conclusa recentemente il XVI Congresso della Federazione Sindacale Studentesca dell’India (SFI) sotto lo slogan “Salvare l’educazione, salvare l’India e battere il comunalismo”: 655 delegati si sono riuniti nella città di Shimla (capitale dello stato indiano dell’Himachal Pradseh) in rappresentanza degli oltre 4 milioni di studenti tesserati. I lavori assembleari sono iniziati con i… Continua a leggere

Nuovi abusi in caserma. Rompiamo il velo di omertà dell’esercito!

Il Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti (SISA), venuto a conoscenza del nuovo caso di abusi militari verificatosi nella caserma di Isone, non può esimersi dal formulare alcune considerazioni al riguardo. Da questo nuovo episodio emerge chiaramente come il fenomeno degli abusi d’autorità all’interno dell’esercito sia tutt’altro che sporadico (come sostiene il ministro Norman Gobbi, che… Continua a leggere

Torna in Cima