Portale svizzero di informazione progressista

europa
Editoriali/Opinione

Le sorti “progressive” dell’Unione Europea

Anche Donald Trump sembra essersi accorto che uno dei problemi che mina alla base la struttura dell’Unione Europea è lo stratosferico surplus commerciale tedesco. In realtà sono decenni che economisti e studiosi marxisti mettono in luce questa grana, che di fatto impedisce un possibile riequilibrio dell’economie dell’area euro, ma se a rilevarlo sono esponenti politici… Continua a leggere

vatan_copertina

Il congresso del partito Vatan per una Turchia più forte dell’attuale crisi

La Turchia sta vivendo la crisi economica più grave dalla nascita della Repubblica, ad essa il partito Vatan risponde con un’importante crescita di consensi tra i cittadini che riconoscono al partito la capacità di proporre soluzioni, superando una dimensione esclusivamente critica, appartenente, in Turchia come in tante altre parti del mondo, a quelle forze politiche… Continua a leggere

ay_podioGc_copertina

Sulla Posta non si prenda in giro la cittadinanza!

Nella seduta di dicembre del Granconsiglio ticinese tutti i partiti si sono schierati per chiedere alla Confederazione una moratoria nella chiusura degli uffici postali. Naturalmente ne sono felice e ho votato con convinzione tale proposta, ma l’ipocrisia dei partiti borghesi ha raggiunto livelli incredibili: coloro i quali sotto il cupolone federale hanno privatizzato e liberalizzato… Continua a leggere

1964 TERSKOVA PER UN 8 MARZO COSMICO

8 marzo: origini e storia di una giornata internazionale di lotta per i diritti delle donne

“Krasnaja Nit”, ovvero “Filo Rosso”, questo il nome della fabbrica tessile di Pietrogrado le cui operaie il 23 febbraio 1917 disertando il turno dell’alba, scendono in sciopero, a loro si uniscono i metalmeccanici delle vicine Officine Putilov, quindi gli studenti. I cosacchi non caricano, anzi, più tardi si uniranno coi militari e i soldati ai… Continua a leggere

lucchini_alessandro

Officine FFS: non aspettiamo Berna, facciamoci promotori del progresso!

Da tempo i lavoratori delle Officine di Bellinzona denunciano che il futuro del sito industriale è tutt’altro che sicuro: si tratta di un tema prioritario che dovrebbe occupare tutti i candidati. L’incertezza è dovuta all’atteggiamento delle FFS, che non stanno mantenendo gli accordi per garantire una prospettiva occupazionale e di esistenza pluriennale alle Officine. Dopo… Continua a leggere

Milanoprima
Economia e Lavoro

Dall’Avana a Milano: Ramon Labanino spiega il pensiero economico di Fidel Castro

Dal 1998 al 2014 cinque agenti dell’anti-terrorismo cubano furono incarcerati negli Stati Uniti: la loro “colpa” era quella di aver infiltrato su territorio nordamericano delle organizzazioni criminali di esuli cubani protettete da Washington. La lotta per la loro liberazione impegnò moltissimo sia la diplomazia cubana, sia le organizzazioni di solidarietà, i sindacati e i partiti… Continua a leggere

sisagovernomanif

La riforma della scuola dell’obbligo ticinese fa discutere i sindacati di docenti e studenti

Riunitasi il 7 febbraio 2017 a Bellinzona l’assemblea del gruppo docenti del sindacato VPOD presieduto da Adriano Merlini si è chinata sul progetto di riforma della scuola dell’obbligo ticinese avanzato dal Consigliere di Stato Manuele Bertoli. Il progetto “La scuola che verrà” nel settore medio preoccupa i docenti per il sovraccarico di lavoro che essa… Continua a leggere

demo_stroeget_danish
Europa/Internazionale

In Danimarca i comunisti del KPiD aderiscono al Movimento anti-UE

Nel 1972 la maggioranza della popolazione della Denimarca votò per aderire alla Comunità economica europea, diventata in seguito Unione Europea (UE). Eppure il sentimento europeista non è più molto diffuso: più volte nell’ambito di referendum popolari le posizioni dei partiti governativi legati a Bruxelles sono state sconfitte e ancora lo scorso anno la maggior parte… Continua a leggere

cpb
Europa/Internazionale

I comunisti britannici vogliono spingere Jeremy Corbyn più a sinistra: l’UE è il principale nemico!

La classe operaia ha per compito di lottare per un’uscita dal basso dall’Unione Europea (UE). Questa è la consegna che ha ribadito con forza alla propria assise congressuale il segretario generale del Partito Comunista Britannico (CPB) Robert Griffith, il quale ha insistito nel trasformare la “Brexit” in una “Lexit”, ossia un’uscita da sinistra (left, appunto)… Continua a leggere

china_acftu

In 10 anni i salari cinesi sono triplicati. Ora la Cina è paragonabile al Portogallo!

“Salari (ti)cinesi” è lo slogan coniato dal sindacato UNIA per lamentarsi dei bassi salari nel Canton Ticino. Uno slogan dal carattere poco internazionalista, lo aveva giudicato in passato il Partito Comunista. E ora uno slogan semplicemente scorretto poiché il salario medio dei lavoratori del settore manifatturiero in Cina, infatti, ha definitivamente superato quello dei loro… Continua a leggere

Torna in Cima