Portale svizzero di informazione progressista

Gli studenti ticinesi non dimenticano. Borse di studio al centro di nuove azioni!

Oggi, 7 novembre 2018, in vari istituti scolastici ticinesi studentesse e studenti hanno manifestato in difesa del diritto allo studio. Numerosi studenti hanno esposto degli striscioni, rivendicando la fine dei tagli al sistema di aiuto allo studio e perorandone il rafforzamento. Il SISA (Sindacato Indipendente Studenti e Apprendisti) ha promosso i presidi di protesta, i… Continua a leggere

Asia/Internazionale

Gli studenti indiani si riorganizzano per salvare le scuole pubbliche dai nazionalisti indù!

Si è conclusa recentemente il XVI Congresso della Federazione Sindacale Studentesca dell’India (SFI) sotto lo slogan “Salvare l’educazione, salvare l’India e battere il comunalismo”: 655 delegati si sono riuniti nella città di Shimla (capitale dello stato indiano dell’Himachal Pradseh) in rappresentanza degli oltre 4 milioni di studenti tesserati. I lavori assembleari sono iniziati con i… Continua a leggere

Nuovi abusi in caserma. Rompiamo il velo di omertà dell’esercito!

Il Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti (SISA), venuto a conoscenza del nuovo caso di abusi militari verificatosi nella caserma di Isone, non può esimersi dal formulare alcune considerazioni al riguardo. Da questo nuovo episodio emerge chiaramente come il fenomeno degli abusi d’autorità all’interno dell’esercito sia tutt’altro che sporadico (come sostiene il ministro Norman Gobbi, che… Continua a leggere

Editoriali/Opinione

Brasile: fuori luogo ogni raffronto tra la sinistra brasiliana e quella europea!

E’ fuori luogo ogni raffronto tra la sconfitta del Partito dei Lavoratori in Brasile e le miserie politiche ed umane della “sinistra” liberale e pseudo-radicale in Europa. Il PT non è il PD (Partito Democratico in Italia, ndr) e nemmeno LeU/Sinistra Italiana (coalizione di sinistra, ndr), bensì un partito coerentemente socialista, radicato tra gli operai… Continua a leggere

Editoriali/Opinione

Abusi militari e camerateria al contrario 

Camerateria – concetto a cui molti militari amano riferirsi in continuazione – non è fumarsi una paglia in compagnia raccontandosi una barzelletta. Il cameratismo lo si vede nel bisogno, cioè sostanzialmente quando una recluta tenta di far valere i suoi diritti (per quanto pochi) oppure quando entra in conflitto coi superiori.  Ma qui entrano in gioco… Continua a leggere

Il SISA contro l’aziendalizzazione della scuola voluta dalla destra!

Il Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti (SISA) ha preso atto con rammarico della decisione popolare di non avviare la sperimentazione del progetto “La scuola che verrà”. Pur cosciente degli importanti limiti e difetti della riforma proposta, il SISA aveva ritenuto importante poter continuare nel processo di sperimentazione per poter insistere in sede di valutazione sugli aspetti… Continua a leggere

America latina/Internazionale

Di fronte alla vittoria di Bolsonaro, il Partito Comunista del Brasile chiama alla resistenza!

Dopo l’elezione del candidato di estrema destra, il Partito Comunista del Brasile (PCdoB) ha lanciato un appello per formare un fronte ampio in difesa della democrazia. La presidente del Partito nonché deputata federale, Luciana Santos, ha scritto infatti: “L’elezione di Jair Bolsonaro, nelle elezioni presidenziali stabilisce una nuova fase politico nel paese, caratterizzata da minacce alla… Continua a leggere

I licei ticinesi e il Csia chiedono di rafforzare le borse di studio

Il Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti (SISA) comunica con soddisfazione l’approvazione, avvenuta la scorsa settimana, di una risoluzione a favore del rafforzamento delle borse di studio in quattro assemblee studentesche di altrettante scuole superiori del Cantone. Le studentesse e gli studenti dei Licei cantonali di Lugano 2, Mendrisio e Locarno, così come quelle/i del… Continua a leggere

Primeggia il cinema storico alla 75° Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia

1968, a Venezia la contestazione della sinistra extraparlamentare convince i registi prossimi al PCI ad assecondarla, cacciando il direttore Luigi Chiarini, i comunisti Gillo Pontecorvo, Carlo Lizzani, Ugo Gregoretti, Cesare Zavattini, ma anche Pasolini e tanti altri, riconosceranno anni dopo l’errore. In quell’occasione erano stati selezioni il capolavoro di Gian Vittorio Baldi “Fuoco!”, storia di… Continua a leggere

Torna in Cima