Xi Jinping partecipa al summit del G20: rafforzata la cooperazione con l’Eurasia!

in Asia/Internazionale di

La recente visita in Russia e Germania del Presidente cinese Xi Jinping ha contribuito a promuovere le relazioni sino-russe rispettivamentee sino-tedesche, e la sua partecipazione al summit del G20 ha accresciuto la cooperazione; ha riferito sabato il Ministro degli esteri Wang Yi. Xi ha fatto visita a Russia e Germania tra il 3 e il 6 di luglio, prendendo poi parte il 7-8 luglio al summit del G20 di Amburgo. La visita in Russia ha portato una già esauriente e strategica cooperazione bilaterale a un livello ancora più alto, mentre quella in Grmania ha spinto per un ulteriore sviluppo dei rapporti sino-tedeschi e sino-europei, ha detto Wang. Contemporaneamente, la presenza di Xi al G20 ha infuso nuovo impeto alla governance economica globale, ha poi aggiunto sempre Wang.

Visita in Russia

Cina e Russia sono buoni vicini, buoni amici e buoni partner, i loro legami bilaterali sono attualmente i migliori nella loro storia, ciò determina un modello di relazioni tra le città più grandi così come tra quelle limitrofe, dice Wang. La visita ha contribuito a mantenere l’alto livello attuale di scambi e ha dato un nuovo slancio allo sviluppo di ulteriori accordi bilaterali. Durante la sua visita serrata di 26 ore che ha avuto inizio lunedì, Xi ha incontrato la sua controparte russa Vladimir Putin e il Primo Ministro Dmitry Medvedev. I leader sono andati a fondo nelle discussioni circa un’intensificazione degli accordi in differenti campi. Si sono inoltre trovati d’accordo circa una serie di importanti problemi, definendo chiaramente un nuovo indirizzo strategico alla cooperazione tra i due paesi. Nel corso della visita, Xi è stato insignito da Putin della più alta onoreficienza concessa dallo Stato russo, l’ordine di S. Andrea apostolo «il primo chiamato».

L'intesa fra Russia e Cina sembra continuare
L’intesa fra Russia e Cina sembra continuare

Il Presidente cinese ha accentuato la necessità di intensificare la politica di mutua fiducia, mentre Putin ha indicato come l’alto livello di fiducia reciproca e di cooperazione totale sono un enorme vantaggio nelle relazioni sino-russe, ha continuato Wang. Nel corso della visita, i due paesi si sono detti d’accordo nel rafforzare l’aiuto reciproco nelle questioni di maggiore interesse. I due capi di stato hanno poi firmato una dichiarazione a due per un’ulteriore intensificazione della cooperazione sino-russa e hanno ratificato le linee guida del trattato «China-Russia Treaty of Good-Neighborliness» (un trattato stipulato nel 2001 da Vladimir Putin e Jian Zeming, n.d.T)

Il leader russo ha sottolineato in più occasioni come la Russia sia pronta a dare il massimo per supportare il progetto della Nuova Via della Seta (Belt and Road Initiative, BRI) e ha espresso la volontà di promuovere lo sviluppo e portare prosperità nell’intera zona «eurasiatica». Entrambe le parti continueranno a promuovere concretamente l’allineamento della costruzione della Nuova via della Seta con l’Unione Economica Eurasiatica a guida russa, ad accelerare i negoziati circa gli scambi economici e la cooperazione commerciale tra la Cina e l’Unione Economica Eurasiatica, a esplorare attivamente la cooperazione nella «Northern Sea Route» (parlando di costruire in comune una «Silk Road on Ice» (per maggiori informazioni leggi qui).

Le due parti hanno poi convenuto di intensificare la cooperazione pragmatica in campi quali il commercio, gli investimenti, il settore energetico, aerospaziale, lo sviluppo regionale e agricolo, così come sull’intenzione di portare avanti altri importantissimi progetti di cooperazione. Nel frattempo, i due paesi sono d’accordo nel dare la priorità alla comunicazione, alla coordinazione e alla cooperazione strategica nell’affrontare i problemi dell’altro.

I due paesi si uniranno ad altri Stati, al fine di salvaguardare l’equilibrio internazionale e la stabilità, rispondendo comunemente contro le minacceterroristiche, promuovendo soluzioni politiche a problematiche in zone calde regionali, costruendo un sistema globale economico inclusivo. Nello sviluppo delle relazioni bilaterali, Cina e Russia hanno continuato a intensificare la loro cooperazione e collaborazione strategica sulla base di nessuna alleanza, nessuno scontro e nessun attacco a paesi terzi, ciò che sta diventando un paradigma per le nuove modalità di relazione tra le superpotenze. L’alleanza dimostra così un forte vigore e una forte vitalità così come un enorme potenziale di sviluppo.

Visita in Germania

Nel corso della visita dal 4 al 6 luglio, Xi Jinping ha incontrato il presidente federale Frank-Walter Steinmeier e la Cancelliera Angela Merkel a Berlino per esaminare gli accordi bilaterali e discutere delle linee guida per la promozione di una più profonda partnership tra i due paesi.

Le due parti hanno stabilito degli obiettivi per lo sviluppo degli accordi bilaterali nei prossimi cinque anni e hanno raggiunto il consenso circa la promozione di una politica di mutua fiducia, l’intensificazione della cooperazione pratica e internazionale e l’arricchimento degli scambi culturali.

Hanno anche concordato sulla necessità di fare buon uso dei meccanismi di comunicazione bilaterale inclusi le consultazioni governative, i canali diplomatici, la sicurezza, la finanza e l’economia, la cultura, interessarsi delle preoccupazioni dell’altro e trattare appropriatamente le differenze reciproche, allo scopo di portare le relazioni sino-tedesche a un livello più alto.

Il Presidente cinese ha chiamato entrambe le parti a collaborare sia a «Made in China 2025» così come alla tedesca «Industry 4.0» al fine di liberare nuovo potenziale per l’innovazione, una volta che le forze manifatturiere dei rispettivi paesi saranno connesse alla rete internet. Xi e Merkel  concordano nel voler incrementare la collaborazione all’interno dell’impalcatura della «Belt and Road Initiative», così come a condividere l’opportunità dell’enorme potenziale di mercato offerto dall’interconnessione tra Asia ed Europa.

Incoraggiando degli scambi personali più solidi tra cinesi e tedeschi, Xi Jinping e sua moglie Peng Liyuan hanno partecipato assieme ad Angela Merkel alla cerimonia di inaugurazione della nuova area riservata ai panda nello Zoo di Berlino e hanno poi assistito a un’amichevole di calcio tra due squadre giovanili delle rispettive nazioni.

La visita di Xi in Germania ha inoltre avuto un impatto positivo nell’intensificarsi della cooperazione cinese con l’Europa in generale. La Cina sostiene gli sforzi dell’UE volti all’unità, alla stabilità alla prosperità e all’apertura, ha fatto notare Xi durante la visita, esortando entrambe le parti a portare avanti attivamente gli sforzi volti a costruire una partnership fondata sulla pace, la crescita, le riforme e la civilizzazione.

Summit del G20

Lavorando assieme agli altri partecipanti, Xi si è mostrato propositivo al summit di Amburgo, sulla base di quanto tenutosi allo scorso G20 a Hangzhou (Cina) e ha apportato nuovi contributi volti a rafforzare la cooperazione interna ai membri del G20, promuovendo la crescita economica globale .

Xi ha detto chiaramente che il G20 dovrebbe aderire al sentiero dello sviluppo mutuale e aperto che apporti un beneficio a tutti, allo sviluppo di meccanismi di scambio multilaterali, alla promozione del commercio e degli investimenti internazionali.

Al fine di rafforzare la governance economica mondiale, verso il raggiungimento di una vigorosa e performante economia globale, Xi ha proposto il continuo rafforzamento di macro politiche di coordinazione, la restrutturazione delle istituzioni finanziarie mondiali, il potenziamento della supervisione sulla finanza mondiale ecc.

Per mantenere sano lo sviluppo del G20, Xi ha enfatizzato l’importanza di accrescere lo spirito di collaborazione tra i membri del G20, chiamando a trovare i punti in comune piuttosto che quelli di frizione, al fin di migliorare la cooperazione, ottenere il consenso e mantenere la fiducia della comunità internazionale.

Nel corso del summit Xi ha preso parte a numerose discussioni circa la situazione economica mondiale, commerciale, energetica, ambientale, il contesto africano, la salute pubblica, le problematiche legate ai flussi migratori, la lotta al terrorismo e altro ancora, elaborando le riette cinesi e spingendo vigorosamente verso la cooperazione internazionale.

Xi ha ripetuto che concetti quali apertura, cooperazione, «all win results», consultazioni e costruzioni in comune e la condivisione difesa dall’iniziativa della Nuova Via della Seta sono compatibili con lo spirito di collaborazione del G20 e che unitamente possono dare una spinta allo sviluppo economico mondiale.

La Cina evitare l'attacco USA alla Corea del Nord?
La Cina eviterà l’attacco USA alla Corea del Nord?

A margine del summit, Xi ha anche lanciato una serie di incontri e attività diplomatiche. Ha tenuto un meeting informale con i leaders dei BRICS (Brasile, Russia, India, Cina e Sud Africa) allo scopo di prepararsi al summit dei BRICS che si terrà in settembre nella città di Xiamen, nel sud-est della Cina. Xi ha incontrato il Presidente degli USA Donald Trump per intensificare la cooperazione basata sul mutuo beneficio e le due parti si son trovate d’accordo nel voler gestire meglio le proprie differenze. Hanno anche avuto uno scambio di opinioni circa alcuni importanti problemi quali la crisi nucleare nella penisola coreana, affermando la volontà di ricorrere a una soluzione pacifica. Nel corso della sua primo incontro con il Presidente della Corea del Sud, Moon Jae-in, Xi ha insistito circa la necessità di valorizzare e trattare seriamente le preoccupazioni della Cina. I due leader hanno deciso di lavorare assieme al fine di potenziare le relazioni bilaterali e di mantenere la stabilità nella regione. Xi ha poi insistito con il Primo ministro giapponese Shinzo Abe al fine di sviluppare gli accordi bilaterali. Xi ha inoltre raggiunto nuovi consenso nella costruzione di una politica di mutua fiducia e nell’intensificarsi delle relazioni bilaterali e multilaterali con il Presidente francese Emmanuel Macron e il primo ministro britannico Theresa May, nel corso di due incontri separati a lato del summit.

Fonte: link. Traduzione di Alberto Togni.

Alberto Togni (1994) studia diritto all’Università di Lucerna e membro della Direzione del Partito Comunista (Svizzera). E' consigliere comunale a Gordola e in passato ha ricoperto ruoli nel Sindacato Indipendente degli Studenti e Apprendisti (SISA).