Riunione all’Avana durante il 1° maggio per la Federazione Sindacale Mondiale

in America latina/Internazionale di

A margine dell’imponente corteo del 1° maggio all’Avana (Cuba), una ampia delegazione della Federazione Sindacale Mondiale (FSM) guidata dal segretario generale George Mavrikos, ha svolto una importante seduta del proprio Consiglio presidenziale. La FSM è la storica organizzazione internazionale che, fin dal 1945, riunisce i sindacati di classe e gode di particolare consenso fra i movimenti sociali di Asia, Africa e America latina.

Era la prima volta che il Consiglio presidenziale della FSM si riuniva dopo il 17° Congresso Sindacale Mondiale svoltosi lo scorso ottobre in Sudafrica. All’Avana si sono riuniti importanti dirigenti sindacali come Ulises Guilarte della CTC cubana, Pierpaolo Leonardi dell’USB italiana, Ju Yong Gil della GFTUK coreana, ecc.

George Mavrikos in occasione di una conferenza stampa nella capitale cubana ha espresso la solidarietà dei sindacalisti al popolo dell’Isola che ha recentemente perso il proprio storico comandante Fidel Castro e ha garantito alla delegazione sindacale della Corea del Nord l’impegno della FSM contro l’aggressività imperialista in Asia.

La bandiera della FSM ha sventolato in numerose piazze di tutto il mondo, soprattutto nei paesi emergenti. In Svizzera è stato il Partito Comunista a distribuire volantini della FSM durante il corteo del 1° maggio di Bellinzona.